Tavolo per il Clima di Luino: «Calcoliamo la nostra impronta carbonica a Èqualafesta»

(a cura del Tavolo per il Clima di Luino) 

Come ogni anno, al Boschetto di Germignaga, si terrà tra il 27 e il 28 agosto Èqualafesta, la festa del GIM e del mondo dell’economia solidale (il programma completo su www.terredilago.it).

Per tutta la giornata di domenica 28 agosto, il Tavolo per il Clima di Luino organizzerà momenti per comprendere meglio i cambiamenti climatici e le azioni che possiamo fare per mitigarne gli effetti o adattarsi ai cambiamenti già in atto.

Ognuno di noi ha un impatto tutt’altro che trascurabile sull’ambiente e sul clima a causa delle emissioni in atmosfera di gas ad effetto serra dovute ai nostri comportamenti. L’aumento di questi gas determina il riscaldamento globale che genera i cambiamenti climatici, responsabili a loro volta degli effetti disastrosi che ormai siamo abituati a vedere anche nei nostri territori.

L’impronta carbonica (detta anche Carbon Footprint) è il parametro che misura la quantità di gas ad effetto serra rilasciata da ciascuno di noi e può essere calcolata analizzando i nostri stili di vita in quattro settori fondamentali come la mobilità, il cibo, l’abitazione ed altri consumi.

Conoscere la nostra impronta carbonica aumenta la consapevolezza del nostro impatto sul clima e ci aiuta a comprendere quali comportamenti possiamo adottare per ridurre le nostre emissioni di gas serra e quindi mitigare gli effetti dei cambiamenti climatici. Per il calcolo dell’impronta carbonica si utilizza l’unità di misura “CO2eq” che consente di calcolare con un solo valore l’impatto dei diversi gas serra sull’ambiente e normalmente la nostra impronta carbonica si esprime in tonnellate di CO2eq.

Ma come si calcola l’impronta carbonica? Qui ci vengono in aiuto gli studenti dell’I.S.I.S. che hanno partecipato al PCTO (ex alternanza scuola-lavoro) denominato “Giovani del Verbano per il Clima”: grazie anche ai loro docenti, hanno realizzato il calcolatore dell’impronta carbonica che è disponibile on line all’indirizzo http://fermentiincomune.altervista.org/index.php. Con questo calcolatore ciascuno di noi può facilmente calcolare la propria impronta carbonica e paragonarla con due valori di riferimento ovvero l’impronta carbonica media in Italia che vale 7,8 tonnellate di CO2eq e l’impronta carbonica a cui dobbiamo arrivare nel 2030, pari a 2,5 tonnellate di CO2eq, per ridurre le emissioni nette di CO2 del 55% come indicato dall’Unione Europea.

Durante la Settimana dell’Impronta Carbonica che si è tenuta a Luino dal 2 al 7 maggio 2022 abbiamo chiesto a ragazzi e adulti di calcolare la loro impronta carbonica: dai calcoli è risultato un valore medio pari a 5,7 tonnellate di CO2eq generate per il 31% dalla nostra mobilità, per il 46% dalla nostra alimentazione, per il 22% dalla nostra abitazione e per l’1% da altri consumi. Un risultato buono che va migliorato con azioni volte a ridurre le nostre emissioni.

Se volete conoscere la vostra impronta carbonica venite a trovarci domenica 28 agosto ad ÈQUALAFESTA al banchetto del Tavolo per il Clima. Vi aspettiamo!!!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: